Dal 25 agosto 2003


Nov.2004> Dec.2004



* Lunedi, Nov 29, 2004 Senza un attimo di riposo…

Sono molto felice che tutti si siano sentiti bene a questo festival. Spero di cuore che tutte le 3500 persone del pubblico, i nostri invitati dal Giappone e dall’estero, insieme a tutto il personale che ha reso possibile lo svolgimento dei questo festival abbiano gioito di questo evento.Se ci penso bene, ho sempre desiderato far si che la gente sia felice. Tuttavia, non tutti i miei sforzi hanno ottenuto i risultati sperati.


E oggi ho ricevuto una telefonata alle 8.30 del mattino, ora alla quale era programmata un’intervista con un posto radio di Seattle, USA. Ho pregato William di partecipare insieme a me a questa intervista, egli essendo una persona ben conosciuta nella sua citta’ natale, Seattle. Il presentatore, dall’altra parte del cavo, e’ rimasto sorpreso di sapere da lui che avevo fatto in modo che le cose non fossero chiare per tutti. L’intervista era dal vivo e loro non potevano capire l’inglese che parlo io. Questo e’ stato un altro esempio di un tentativo non riuscito nel mio sforzo di rendere le persone piu’ felici.


L’intervista e’ durata circa un’ora, in un’atmosfera molto seria. Ovviamente c’era anche un traduttore dall’altra part e tutto e’ stato in regola, ma io ho sempre desiderato parlare meglio il mio inglese. Spero che tutti possiate comprendere l’importanza di imparare la lingua inglese, prima di quanto l’abbia capito io.


Dalle cinque del pomeriggio, ho tenuto un seminario di Jakab dell’Ungheria. Non avevo potuto sentirlo parlare prima, cosicche’ avevo programmato il seminario alla fine. La sua teoria, che sostiene dal punta di vista scientifico il fenomeno dei miei cristalli, viene spiegata nel libro che ha pubblicato in lingua ungherese. Ci sono state alcune discussioni da parte dei partecipanti a questo seminario riguardo alla traduzione del suo libro in lingua giapponese. Quindi, spero di essere riuscito ad aiutarlo a progredire in questa direzione.



il libro di Jakab.


Dopo questa presentazione, il personale dell’IHM, insiema ad una parte degli invitati, si e’ riunita per una vera festa di chiusura di questo evento. Vi Ringrazio tutti, per quello che avete fatto affinche’ questo evento potesse aver luogo.


Ciao! Sono ancora Ayano. Visto che vi ho raccontato il primo giorno del festival, non ho potuto astenermi dal raccontarmi anche la seconda e ultima giornata. Siccome si trattava della seconda giornata mi sentivo molto piu’ rilassata e mi e’ anche piaciuto fare i preparativi per il grande giorno. Mi sentivo piena di fiducia, convinta che il successo del primo giorno si sarebbe risentito anche oggi. E, beninteso, ho avuto ragione. Ho provato a infilarmi nella Sala Grande dove si proiettava il film Sinfonia Gaia n.5, ma non mi e’ stato possibile perche’ non ho potuto trovare neanche una sedia libera al buio. Anche mia madre era tra il pubblico e mi ha raccontato molte cose straordinarie su questo film, che mi ha fatto ancor piu’ rimpiangere il fatto di non averlo potuto vedere.


L’ospite principale del giorno e’ stato il dott. Ervin Laszlo, che appariva in questo film.


Dopo la presentazione del dott.Laszlo e’ seguita l’introduzione del coordinatore del Club di Budapest in Giappone, Shigeyuki Itoh, del direttore e membro d’onore Kenichirou Kobayashi e del rappresentante giapponese del club, Mistuhiro Shibata.



la presentazione del dott.Ervin Laszlo
“Tu puoi trasformare il mondo”


E’ stato un dibattito al quale ha partecipato il dott.Laszlo, Masaru Emoto, il regista Tatsamura e il dott.Haruo Saji. Per me, l’interpretazione al pianoforte del dott.Laszlo e’ stato il momento piu’ impressionante della giornata. Oltre ad essere un notevole uomo di scienza, il dott.Laszlo e’ anche rinomato come pianista dal talento eccezionale.



da sinistra, il regista Tatsamura, il dott.Ervin Laszlo,
il dott.Haruo Saji e Masaru Emoto


Alla fine del dibattito, il regista ha parlato dell’interpretazione eccezionale al piano. E mentre il dott.Laszlo si dirigeva verso il grande piano posto al centro della scena, il pubblico ha iniziato ad applaudirlo entusiasta. Io non ho grandi conoscenze musicali, quindi non so valutare la musica, ma ho sentito gran desiderio nel riascoltare questa musica, anche quando e’ terminata. Ho sentito che la musica aveva quella capacita’ speciale di trasportarmi nel suo mondo. A proposito, sono rare le occasioni nelle quali il dott.Laszlo accetta di suonare al piano. E’ possibile che abbia accettato di suonare questa volta anche a causa del potere invisibile di Masaru?



L’interpretazione al piano del dott.Laszlo


L’interpretazione del dott.Laszlo e’ stata seguita dall’interpretazione del dott.Haruo Saji. I due pianisti avevano stili molto diversi, ma si completavano benissimo. Il dott.Laszlo ha interpretato il pezzo con molto vigore, mentre quella del dott.Saji e’ stata molto leggera e delicata.


Poi, kizu del laboratorio IHM ci ha presentato la fotografia del cristallo dell’acqua alla quale avevamo rivolto le preghiere il giorno prima. L’acqua utilizzata era acqua liscia di rubinetto, acqua che normalmente non e’ adatta per produrre cristalli. Ma questa volta, invece, grazie alle nostre forze, quest’acqua si e’ cristallizzata in un cristallo esagonale.



Kizu presentando la fotografia del cristallo, insieme a Masaru Emoto

la fotografia del cristallo d’acqua che e’ stata caricata con le nostre
preghiere il primo giorno del festival.


Il festival si e’ concluso al meglio, con un canto finale interpretato da Harumi Takahashi, Mari Meguro e un coro composto da 60 persone. Avrei voluto rimanere ad assaporare tutte le emozioni che stavo vivendo, ma siccome ero tra gli organizzatori, sono stata costretta ad iniziare a mettere in ordine, subito dopo la conclusione del festival. Quando sono arrivata anch’io alla festa del dopo festival, tutti erano in uno stato di grande celebrazione.



l’interpretazione del canto “Oggi – Giorno in cui attraverso l’Arcobaleno”,
da parte di Harumi Takahashi e Mari Meguro.

La melodia “L’uno” interpretata dal coro Harumion.


Alla fine, Hazaka, capo della commissione esecutiva di questo progetto, ha preso la parola, seguito dalle parole di alcuni altri invitati. Mi sono sentita molto bene a questa festa, anche se ero quella che si doveva occupare dei nostri ospiti stranieri. Mentre cantavamo, bevevamo e mangiavamo insieme ai presenti, ho sentito ad un certo punto della tristezza,pensando che eravamo quasi giunti alla fine del festival. Ma poi ho pensato che questi ultimi due giorni sono stati molto belli per me e spero con tutto l’animo di avere la possibilita’ di aiutare ad organizzare il secondo festival “Acqua per la Vita”.



il regista Arntz mentre tiene un discorso dopo la festa


Sono ancora Ayano Furuya, una delle segretarie di Masaru Emoto. Mi e’ piaciuto molto raccontarvi dell’evento del 22 nov. e adesso ho l’onore di raccontarvi anche del grande festival. E’ arrivato infine il giorno tanto atteso da tutti, il primo giorno del Festival “Acqua per la Vita” a Seinenkan in Giappone. Abbiamo tutti lavorato duramente per questo giorno, ma nessuno poteva prevedere cosa sarebbe successo, di fatto.


La mia responsabilita’ e’ stata quella di occuparmi degli ospiti provenienti dall’estero. Ho avuto cosi l’occasione di incontrare molte persone interessanti. C’erano cosi tanti ospiti straordinari sia dal Giappone che da oltre confine che mi hanno insegnato un sacco di cose in questi due giorni. Vi erano tre sale arrangiate per la prima giornata del festival. Abbiamo utilizzato la Sala Grande con una capacita’ di 1.300 posti per gli eventi programmati. C’era poi una sala nel sottoterra dove si e’ svolta la presentazione Indigo e What the bleep do we know!? Durante queste giornate. La terza sala era stata preparata per ospitare i seminari sostenuti da varie persone in orari diversi. Vi erano infatti molte attrazioni diverse nella stessa giornata.


L’evento della Sala Grande e’ iniziato all’una, mentre le altre sale erano aperte sin dal mattino ed erano gia’ piene di gente. Ad esempio, alla prima del film What the bleep do we know!?che e’ iniziato alle 10.30 era gia’ tutto pieno e c’erano anche persone rimaste in piedi a fondo sala. Io pero’ non ho potuto avere il piacere di rimanere con quelle persone riunite per il film in quanto al produttore del film gli e’ venuta l’idea di prendermi come traduttrice sul palco per dire alcune parole. Ero piuttosto emozionata, trovandomi di fronte a oltre trecento persone presenti. Posso solo immaginarmi come dev’essere emozionante stare sulla scena della Sala Grande alla presentazione del film What the bleep do we know!?


Prima dell’inizio dell’evento nella Sala Grande ero nelle quinte insieme a Masaru e al suo ospite principale del giorno, William Arntz. Ero cosi agitata e curiosa riguardo al pubblico che non riuscivo a stare sul posto. In seguito anche Masaru non si e’ potuto piu’ trattenere e ha dato un’occhiata dal palco. Ovviamente anche io e William l’abbiamo seguito. Sebbene non avessi motivo di essere sul palco mi sono resa conto che mi sentivo come se fossi uno degli invitati, mentre guardavo di nascosto da dietro il tendone del palco. La sala era quasi piena fino in fondo, cosa che mi ha fatto star bene ma anche emozionata.



Io e William


Alla fine, il festival ha iniziato con alcune immagini di Craig Peyton e una canzone molto bella interpretata da Mayana, venuta apposta dall’Olanda. Tutta la sala sembrava carica di uno stato di sacro e di suspense, aspettando che qualcosa di straordinario si producesse.



Melodia “Come l’acqua” interpretata da Mayana


William ha fatto l’introduzione del film, poi c’e’ stata la proiezione e una presentazione realizzata da Masaru, un dibattito con la partecipazione di William, Masaru e Teruo Matsuda, una breve presentazione di alcuni invitati e poi la cerimonia delle bandiere. Tutto sembrava andare molto bene e man mano che passava il tempo l’atmosfera si e’ distesa ed e’ diventata piu’ familiare. Anch’io mi sono sentita piu’ rilassata e ho potuto rallegrarmi dell’evento di quel giorno, come fossi stata anch’io parte del pubblico.



Introduzione del film realizzata dal produttore, Arntz

presentazione di Masaru Emoto

Dibattito

Dibattito

Cerimonia delle bandiere per la realizzazione di una preghiera per la pace nel mondo.


Alla fine abbiamo unito tutti le mani, formando un grande cerchio, e abbiamo pregato per la pace nel mondo e ringraziato per la possibilita’ di poter avere tutti insieme quest’esperienza innalzante. In quel momento emozionante mi sono scese alcune lacrime, come durante la melodia “Il canto dell’acqua” interpretato dalla famiglia Seto alla fine. Mi sono sentita orgogliosa di far parte dell’equipe che ha permesso la realizzazione di un simile importante evento.



abbiamo pregato tutti per l’acqua, sul palco

“Il canto dell’acqua” interpretato da Ryusuke e Hanayo Seto


L’acqua che e’ stata testimone di tutto quello che e’ accaduto in quel giorno e che e’ stata caricata con le nostre preghiere speciali e’ stata portata immediatamente al nostro laboratorio per poter essere cristallizzata e fotografata. Il risultato di questa cristallizzazione era un altro motivo per aspettare con impazienza il secondo giorno del festival.



Il dott.Kazuo Murakami, noto fisico, conosciuto come una persona
straordinaria “Un uomo che vorrei apparisse nel mio prossimo film” ha detto William.


* Venerdi, Nov 26, 2004 Intervista con William Arntz

William Arntz e’ rientrato oggi dalla sua gita di quattro giorni a Sinano, Nagano.
Mentre stavo andando al suo hotel insieme al direttore della rivista Hado, Tsuneko
Narukage, mi sentivo impaziente di ascoltare il suo racconto. Avevo organizzato
l’escursione e volevo sapere com’era andata.


Quando lo invitai al festival mi sorpresi di come aveva accettato cosi facilmente di
venire. Comunque, mi disse, desiderava anche visitare alcune zone rurali del
Giappone.


In quel periodo io dovevo essere a Yamagata, e pensavo di invitarlo alle acque termali
di quella zona. Poi pero’ mi disse che desiderava andare in un posto chiamato
KASHIWABARA, nella regione di NAGANO. Sembra che il suo professore gli abbia
menzionato di questo posto, dicendogli che quella zona avrebbe delle connessioni
profonde con la sua vita precedente.


Sono andato subito su internet per trovare informazioni su questa zona. Ho scoperto
che e’ stato il luogo di nascita del famoso scrittore di haiku Issa Kobayashi. Ho scritto
a William e gli ho chiesto: ma il tuo professore ti ha detto che nella vita precedente eri
Issa Kobayashi? E lui mi ha detto subito “Si”.


Ho capito la situazione e ho pregato la mia segretaria Ichise di organizzare una piccola
escursione per poter partire alla scoperta di dettagli riguardanti la sua vita precedente.
Le ho chiesto di trovare un luogo ove ci siano persone che parlano inglese, con alloggi
in stile occidentale e che siano vicini al museo di Issa. E lei ha trovato subito il posto
perfetto e fatto tutti gli arrangiamenti necessari.


Avevo sentito che William si stava trovando bene laggiu’, quindi non mi stavo
preoccupando, ma ero molto curioso di sapere come l’avesse influenzato questa gita.
La risposta e’ giunta in modo sorprendente, sotto forma di un haiku in lingua inglese:


“Tornando al mio paese natale
Tutto e’ cambiato moltissimo
E di conseguenza anch’io.”


Probabilmente era partito per questa uscita nella speranza di ricordarsi qualcosa della
sua vita precedente. Ma in realta’, era cambiato moltissimo cosicche’ non pote’
ricordarsi nulla. E questo cambiamento aveva influenzato anche lui.


Ma anche cosi, ha ammesso che gli e’ stato molto facile scrivere degli haiku stando
la’. Spero di poter condividere con voi alcuni dei suoi haiku nell’edizione di gennaio
della rivista Hado, nella quale voglio anche condividere la mia teoria riguardante le
vite precedenti.


A proposito, William ha fatto amicizia con CW Nicole durante il tempo trascorso a
Kashiwabara. Andava alla sua casetta per cenare insieme.


* Mercoledi, Nov 24, 2004 Incontro con il dottor Laszlo

Ora, dopo aver terminato con successo la conferenza stampa del 22 nov., sono partito con mia moglie per Sapporo, ad un altro seminario BE-ONE che avra’ luogo nei prossimi giorni. Vi erano circa 400 persone a questo seminario. Il gruppo BE-ONE sembrava svolgerlo bene. Dopo il seminario, sono partito con la moglie a Susukino per il mio cibo preferito, il granchio. E’ stato delizioso. E’ il mio cibo preferito non solo per il gusto ma anche perche’ non devo preoccuparmi per niente delle calorie o del livello di colesterolo.

Siamo arrivati oggi a Tokyo verso le due del pomeriggio. Siamo andati direttamente all’hotel Okura per incontrarmi con il dott.Laszlo alle tre. L’ho incontrato in qualita’ di organizzatore del festival. C’era anche il produttore Jin Tatsamura, insieme a Mitsuhiro Shibata, ambasciatore del Club di Budapest.



Alla destra il produttore Tatsamura, il dott.Ervin Laszlo, Masaru Emoto.
Dietro, da destra, la sig.ra Tatsamura, Mitsuhiro Shibata.

Vi presento brevemente il dott.Laszlo.

Nato a Budapest, Ungheria nel 1932. Appassionato da subito del pianoforte, e’ stato ammeso all’Accademia di Musica Franz Liszt all’eta’ di sette anni. A nove anni il suo debutto con la Filarmonica di Budapest. Nel 1947 riceve il grande premio del Concorso Internazionale di Musica di Ginevra e debutta in un recital a New York pochi mesi dopo.

In seguito ha studiato fisica e filosofia alla Columbia e a Yale e sviluppato il concetto di filosofia dei sistemi. E’ stato chiamato al Club di Roma da parte del suo fondatore, Aurelio Peccei, per aiutarlo nel fare la famosa analisi mondiale sul limite della crescita. In seguito e’ diventato direttore di programma all’Istituto delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca (UNITAR) e ha lavorato al quartier generale delle Nazioni Unite per sette anni.

Nel 1993 ha fondato il Club di Budapest, con l’aiuto del governo Ungherese. Questo gruppo ha lo scopo di innalzare il livello di coscienza delle persone nel campo della scienza, delle arti e della cultura. Molti uomini famosi del mondo intero sono membri d’onore di questo club.

A scritto inoltre libri sulla scienza fondamentale e ha suggerito la teoria del Campo Akashico.

Quando gli ho stretto la mano gli ho chiesto con ironia: “Ha sentito parlare di me?” e lui mi ha risposto come segue:

“Ci sono stati tre eventi che la riguardano, nell’ultimo periodo. In primo luogo, gli ultimi tre seminari a cui sono stato invitato erano tutti sull’acqua. In secondo suogo, quando mi sono incontrato con il dott.Rupert Sheldrake alcuni giorni fa, abbiamo discusso solamente dei suoi cristalli e infine, per il mio compleanno il 12 giugno, ho ricevuto come regalo da mio figlio negli Stati Uniti il suo libro.”

Wow, ero cosi felice! Il giorno che ho detto al produttore Tatsamura che avevo invitato il
dott.Laszlo al festival era il 10 luglio, a cena a Jinnguu. Cio’ significa che aveva gia’ ricevuto il mio libro un mese prima. Adesso capisco perche’ ha accettato cosi facilmente di partecipare al festival.

Cio’ mi dona molta fiducia per il successo del festival.


* Lunedi, Nov 22, 2004 Conferenza Stampa

Il mio nome e’ Ayano Furuya e sono una delle segretarie di Masaru Emoto. Molti eventi hanno avuto luogo nell’ultimo periodo e siccome Masaru e’ piuttosto occupato in questo periodo, raccontero’ al suo posto uno degli ultimi eventi recenti.


Il giorno 22 c’e’ stata la conferenza stampa e la proiezione del film speciale “What tyhe bleep do we know!?”, presentato alla sala HouOu all’interno dell’hotel New Otani. Questa conferenza e’ stata organizzata come preambolo al festival “Acqua per la Vita” che si svolgera’ il 27 e 28 nov. La conferenza e’ stata programmata alle 15, ma Masaru e’ arrivato mezz’ora prima. Arrivava da Sendai dove aveva tenuto un seminario. Ha un programma sempre carico ma, allo stesso tempo, sono stupefatta di vederlo cosi energico e sempre pronto a fare di piu’.


La sala era piena di tavoli grandi e rotonde ricoperte da tovaglie bianche e bellissimi candelabri adornanti il soffitto. Vi era anche un palco e uno schermo gigante davanti. Sembrava che dovesse aver luogo un matrimonio importante. (Di fatto, proprio oggi ha avuto luogo il matrimonio di un famoso lottatore di sumo). E sopra indicava a grandi lettere “Conferenza stampa sul Festival della fondazione “Acqua per la Vita” e proiezione del film “What the bleep do we know!?”.


Non potevo immaginarmi come andra’ il festival se anche la conferenza stampa non si fosse tenuta nello stesso posto. Mi sono accorta di essere molto agitata ed emozionata pensando a quello che sarebbe accaduto prossimamente.


Alle 15, la famosa presentatrice televisiva Setsuko Kobayashi ha annunciato l’apertura dello spettacolo. Masaru, insieme al produttore del film “What the bleep do we know!?” Wiliam Arntz e’ salito sul palco. Wiliam e’ appena arrivato dall’America per essere presente al festival.


La conferenza stampa ha avuto come argomento principale l’organizzazione NPO, Fondazione “Acqua per la Vita”, presentata da Masaru in powerpoint. Ho avuto l’occasione di capire anch’io quanto sia preziosa e sacra l’acqua per tutti gli esseri viventi e mi sono sentita molto orgogliosa di poter partecipare attivamente ad una causa cosi importante.

Oltre a cio’, e’ nei piani anche la realizzazione di un nuovo film, giapponese questa volta, che avra’ come tema principale le fotografie dei cristalli di Masaru. Il produttore e il protagonista del film “Stone Age” erano anch’essi presenti, Masaru avendo cosi la possibilita’ di presentare anche a loro il film.


Si e’ poi passati alla visione in Giappone de film “What the bleep do we know!?” sottotitolato in giapponese. E’ stata la prima volta, anche per Masaru, quando abbiamo visto tutti il film con i sottotitoli in giapponese. Durante la proiezione il pubblico era molto solenne e concentrato, per poter assimilare tutti i concetti difficili ma interessanti presentati in questo film. Devo riconoscere che lo scopo con il quale il produttore ha realizzato questo film, quello di far pensare le persone, e’ stato sicuramente raggiunto per quelli presenti qui in questa giornata.


A proposito, era anche la prima volta per il produttore che presentava questo film all’estero. Era cosi emozionato rispetto alle reazioni che aveva il pubblico giapponese guardando il film che e’ rimasto tutto il tempo in corridoio ad aspettare.


Il primo passo verso il successo dell’ormai prossimo festival si e’ chiuso bene. Non ho alcun dubbio che il successo di oggi rimarra’ anche durante il festival vero e proprio.


* Domenica, Nov 21, 2004 Seminario di Yamagata, Mikawamachi

Ieri, Wiliam Arntz, produttore del film What the bleep do we know!? e’ arrivato in Giappone e abbiamo organizzato per questo un pasto di benvenuto al quale hanno partecipato anche alcuni dei miei dipendenti. Nonostante il lungo viaggio, sembrava in forma e ha mangiato con gusto i sushi. Gli e’ piaciuto perfino il shochu con le prugne aspre, la bevanda tradizionale giapponese. Ha detto che e’ in Giappone per la seconda volta, ma sono sicuro che avra’ avuto anche qualche vita anteriore come giapponese, perche’ non mi sono sentito per niente a disagio insieme a lui. Anche lui ha detto di sentirsi come a casa.


Oggi abbiamo avuto un seminario nella citta’ di Mikawamachi, nello Yamagata. Abbiamo preso il shinkansen (treno ad alta’ velocita’) da Yamagata verso le sette del mattino e siamo arrivati a Yamagata Shinjou due ore e mezza dopo. Se non avessero inventato questo treno mi ci sarebbe voluta una notte intera per un viaggio simile. Alla stazione mi aspettava il direttore generale Hazaka con l’auto per portarmi nel luogo ove si teneva il seminario, a circa un’ora e mezza di distanza. Lui e’ di Sendai, quindi non troppo distante con la macchina.


Yamagata e’ noto come il Tibet del Giappone perche’ e’ una regione a bassa densita’ di
popolazioe. Ma in questa regione, Mikawamachi e’ una delle comunita’ piu’ piccole, con circa 800 abitanti. Colui che ha organizzato questo evento di due giorni per elevare il livello di coscienza della comunita’ e’ Taiki Uchiyama. Sette anni fa sentí il richiamo da Dio di trasferirsi da Kanagawa in questa regione e fare una fattoria biologica insieme alla moglie e alla figlia.


L’evento e’ stato organizzato per commemorare la redazione NPO, Minna Arigatou (Grazie a tutti). Inoltre, c’e’ stato un recital musicale interpretato dal mio amico Minehaha. Il pubblico presente, sia alla recita che alla mia conferenza, non e’ stato cosi numeroso come speravamo. Tuttavia, Minehaha ci ha cantato un’aria meravigliosa che probabilmente ha diffuso le sue potenti vibrazioni non solo nella cittadina ma fino al monte Dewasan.


La mattina seguente ci siamo alzati presto per andare a visitare uno dei monti Dewasan. Siamo andati insieme a Hazaka, Uchiyama, Akira Yoneda e Takeo Kawachida del circuito del Risveglio dell’Essere Umano, con cui siamo amici da oltre dieci anni. Yoneda e Kawachida sono entrambi amici di Uchiyama e sono venuti tutti e due per essergli vicini in questo evento.


Abbiamo avuto un incontro ufficiale di inchino e di benedizione al santuario del monte Dewasan con il padre generale di questo luogo sacro, Hisanobu Ogata. Contemporaneamente si e’ svolta una cerimonia di celebrazione per due monaci, per il loro periodo di preparazione ascetiva, cosicche’ anch’io mi sono sentito molto fiducioso dopo aver pregato per il successo del nostro festival del 27 e 28 novembre.


con il padre generale del santuario de monte Dewasan, Hisanobu Ogata



inchinazione e benedizione ufficiale al monte Haguro


nell’angolo lontano si vede Takeo Kawachida


* Mercoledi, Nov 17, 2004 Anniversario di 37 anni di matrimonio

L’anniversario dei 37 anni di matrimonio e’stato, di fatto, ieri. Mia moglie era, pero’, partita per 3 giorni in Korea, con nostra figlia, per affari. Credo sia stata la prima volta in 37 anni di matrimonio che non siamo insieme in questo giorno. Per questo, negli ultimi due giorni, ho cenato con dei miei colleghi, perche’ non volevo mangiare solo.


Ad un certo punto, uno dei miei colleghi mi ha suggerito: “sarebbe bello se andassi con un mazzo di fiori all’aereoporto Narita.” Certo ero intenzionato ad andare a prendere mia moglie all’ aereoporto, ma non avevo pensato di aspettarla con dei fiori. “Questa e’ un’idea buonissima” ho replicato. Questa e’ una parte della mia personalita’, che mi piace. Quindi sono passato immediatamente all’azione ed ho pregato la mia segretaria di ordinarmi 37 rose rosse che ho portato all’aereoporto. Io mi sono sentito un po’ strano, ma mia moglie e’ rimasta molto impressionata e ne ha gioito molto. Anche mio nipote ne e’ stato molto contento.


L’ evento programmato per il primo giorno (27 novembre) del festival e’ la visione del film What the Bleep Do We Know?, mentre per quel che riguarda la Fondazione Internazionale Acqua per la Vita sara’ un giorno di discussioni sul tema dell’ACQUA. D’altro canto, l’evento principale del giorno seguente (28 nov.) sara’ la visione della Sinfonia Gaia n.5 con la partecipazione speciale del sig. Ervin Laszlo e del sig. Haruo Saji, avendo per tema la MUSICA. Inoltre, il dott. Ryou, conosciuto anche come un famoso musicista, ci suonera’ un pezzo al piano durante questo festival. Questo sara’ un completamento perfetto di questa giornata dedicata alla musica.


Ed ecco che l’acqua ha l’abilita’ di trasmettere energia sotto forma di vibrazione (suono) nel nostro corpo, nella terra ed anche nell’intero universo, tutte queste vibrazioni formano dei grandi mandala, piccoli mezzi che creano ogni fenomeno.


Uno dei momenti piu’ interessanti della giornata sara’ il dibattito al quale partecipero’ anch’io. Accanto a me ci sara’ il dr. Laszlo, il dr.Saji, fisico che concepisce l’universo attraverso i suoni ed e’ produttore del film, Jin Tatsumura che ha espresso la teoria Gaia con immagini che ha chiamato nel suo film, sinfonia.

dr.Ervin Laszlo
della sinfonia Gaia n.5
c) ufficio di Jin Tatsumura

dr. Haruo Saji
Produttore Jin Tatsumura

A proposito, l’organizzatore sono io, Emoto. Recentemente ho scoperto cosa significa il mio nome in lingua sanscrita. Emoto si puo’ tradurre in Nada-Brahman, che significa suono. Nada significa, di fatto, fiume, mentre Brahman significa sorgente; cosi, all’origine del suono, si trova il suono cristallino dell’acqua, quel suono che si produce alla sorgente dalla quale si forma il fiume.


Pare che sia venuto in questa esistenza con un nome molto significativo.


Accolgo questo Festival della Fondazione Internazionale dell'Acqua per la Vita (IWLF) che si terrà il 27 (sabato) e il 28 (domenica) novembre al Nihon Seinen Kan, per commemorare la creazione del NPO.


Potete trovare altri dettagli su questo Festival nella pagina web (in giapponese) Festival Acqua per la Vita , ma vorrei spiegare a tutti lo scopo e la missione di questo festival cosi che quante piu' persone possibile possano prendere parte, insieme a me, a questo evento speciale.


Il primo scopo - la visione del film „What the bleep do we know!?”


Questo film e' stato filmano nel mese di marzo da una piccola compagnia cinematrografica dello stato di Washington negli Stati Uniti d'America. Le mie fotografie con i cristalli hanno un ruolo importante nel tema di questo film.


L'inizio di cio' e' stata la seguente mail che ho ricevuto circa tre anni fa: "Siamo una compagnia di film indipendenti con sede in Washington. Desideriamo fare un film sule particelle fondamentali dell'universo ma non abbimao trovato fino ad ora nessun materiale che aiuti la costituzione della base sulla quale desideriamo costruire questo film, fino a quando abbiamo visto il suo libro Messaggio dell'Acqua. Tutti siamo stati d'accordo che le sue fotografie con i cristalli sono esattamente quello che ci serviva per realizzare questo film. Le scriviamo per chiederle il permesso di usare queste fotografie sulla pagina xx, in totale circa dieci immagini. E' possibile?

Ovviamente sono stato d'accordo ed ho firmato il contratto senza nessuna esitazione. Mi ricordo che gli ho proposto come titolo per quel film qualcosa del tipo "Non siamo per caso tutti Particelle Fondamentali?" Poco dopo cio' ho dimenticato di questo film. Ho ricevuto invece notizie nel mese di aprile, proprio prima di partire nel giro di semianari in America, sul fatto che il film era stato finalizzato. Potete avere piu' dettagli di quel periodo dal mio diario del 5 aprile (in lingua inglese). Esiste, anche una relazione su quel che è successo dopo questo nel diario del 20 aprile (in lingua inglese).


Sono passati due mesi e mezzo da allora e questo film ha attrattol'attenzione del pubblico nell'intero territorio americano. Un film creato indipendente che poteva essere visto all'inizio in un solo cinema è ora diffuso in oltre 150 sale cinematografiche in tutto il paese ed è stato nel top mondiale degli ultimi cinque mesi tra i 20-30 primi posti.


I mass-media, incluso il Wall Street Journal hanno presentato notizie sul successo che gode questo film. La CNN ha presentato anche due volte il soggetto di questo film! Potete trovare diverse notizie media relative a questo film accedendo alle pagine web di questo.


Si è anche creato un fenomeno simile con quel pezzo del mio libro Messaggio dell'Acqua nel quale il potere della rete di distribuzione elettronica di massa si è rivelato di grande aiuto.


E alla fine, questo film cosi tanto discusso sarà diffuso al di fuori degli USA ed in Canada. La prima sarà qui, in Giappone, nel quadro di questo festival. Non ho a disposizione che un solo giorno per mettere a diposizione questo film, ma il dott. William Arntz, il produttore principale del film sarà anche lui presente per un discorso.


La mia convinzione è che questo film con i suoi significati profondi, puo' costituire uno strumento educativo straordinario come preambulo all'entrata in una nuova dimensione dell'intera umanità. Spero sinceramente che questo film sarà visto e compreso da quante piu' persone che scoprano e sviluppino nel loro essere nuove modalità di conoscere.


Il 16 novembre abbiamo festeggiato il 37mo anniversario di matrimonio. Mia figlia ci ha
invitati ad uscire tre gironi a Kaminoyama nella regione di Yamagata, per celebrare il nostro
anniversario. Mi ha detto che ha trovato questo posto in Internet quando era ancora in Olanda.


“Vi piacera’ il posto, sicuramente!” ci ha assicurato lei. Abbiamo alloggiato in un hotel
tradizionale giapponese, Meigetsusou, che era molto ben posizionato. Con il treno ad alta
velocità (shinkansen) „Tsubasa” (il nome del treno), da Tokyo fino ad Yamagata ci si
impiegano solo 2 ore e 40 minuti. Anche Shinkansen e’ una grande invenzione. Con un treno normale, avremmo viaggiato una mezza giornata fino a lì.


L’Hotel e’ stao uno dei migliori posti dove sono mai stato. Come molti di voi, io viaggio circa 6 messi all’anno ed ho l’occasione di stare in diversi alberghi. Probabilmente fino ad ora sono stato tra i 700 e gli 800 alberghi. E quando vi dico che questo era uno dei migliori potete essere sicuri che era davvero uno di qualità.


Se mi chiedete cos’era cosi fantastico in questo hotel, voglio dirvi tutto. Ci sono alcune cose che mi hanno impressionato. Una di queste erano i bagni termali. C’era acqua in quantità e la temperatura era esattamente come doveva. Nella camera dell’albergo avevamo il nostro proprio bagno termale cosi che abbiamo potuto beneficiarne quanto abbiamo voluto. Abbiamo potuto rimanere solo una notte, ma nel corso di questa notte, ho goduto dell’acqua termale ben otto volte! Naturalmente avevano nell’albergo anche una vasca grande, per tutti ed una anche all’aria aperta.


Bagni termali di Kaminoyama


Bagni termali di Kaminoyama


Sono stato inoltre impressionato dal modo in cui era arredata la camera. Un hotel tradizionale giapponese ha di solito il pavimento di tipo tatami sul quale si mangia e si dorme, nella stessa camera. Ma, quest’hotel aveva una camera adiacente nella quale si trovava un tavolo di tipo occidentale in modo che, potessimo mangiare sia direttaemnte sul tatami, sia sulle sedie. E’ molto utile per le persone piu’ anziane che hanno problemi alle gambe poter mangiare su di un tavolo ed anche per gli stranieri che alloggiano in questo hotel (e ce n’era qualcuno). Oltre a tutto questo, il cibo era preparato secondo ogni nostra preferenza, in modo che, a differenza degli altri hotel di questo tipo dove il cibo si serve tutto in una volta, qui le portate ci sono state servite una dopo l’altra.


Abbiamo preso colazione e cena in camera ed ho pensato che sia stato necessario molto tempo e sforzi da parte del personale per questo. Probabilmente anche il personale ha camere ben arredate in questo hotel per potersi riposare. Tutti erano ben formati e molto ospitali. Ho sentito che queste persone sentivano che lo scopo delle loro esistenze era quello di accogliere quanto meglio gli ospiti e di farli sentire quanto piu’ a loro agio.


Sembrava che tutte le persone che sentivano in questo modo si siano ritrovate insieme ed
abbiano avviato questo hotel. La nostra cameriera Ai Yamaguchi era una di loro. Mi sono
sentito molto tranquillo e bene grazie agli sforzi che lei ha fatto per noi.


L’hotel dispone di un servizio di massaggio con la riflessoterapia. Il massaggio e’stato
sublime, mi sono sentito curato fino nel profondo dell’anima. C’erano anche altre attrazioni in questo hotel per cui vi raccomando di visitare la sua pagina web. E’ un hotel un po’ caro ma il prezzo non e’ molto diverso da quello di un hotel europeo di cinque stelle.

L’indirizzo del sito dei Bagni Termali di Kaminoyama Meigetsu-sou e’ (in giapponese)
http://www.meigetsuso.co.jp/


E’ possibile che a causa del fatto che questa e’ stata la prima vacanza che nostra figlia ci ha regalato e che il nostro adorabile nipote sia stato con noi lì mi sia rimasta un’impressione cosi piacevole di questo hotel e spero di poterci tornare quando avro’ bisogno di tempo per scrivere i miei manoscritti.


* Mercoledi, Nov 10, 2004 Seminario Akhige Jyuku a Nasu

Akahige Jyuku e un’organizzazione mondiale fondata dal dott. Koushirou Kenmochi che ha scoperto e sviluppato un nuovo trattamento medico chiamato “terapia attraverso l’equilibrio attivo”. L’organizzazione fa un corso di formazione circa due volte all’anno. Questa volta il corso e stato organizzato sull’altopiano di Nasu nella regione di Tochigi. Per il fatto che io sostengo la medicina alternativa, cerco di partecipare, tutte le volte che ne ho l’occasione, a questo tipo di eventi.



Col fondatore e il direttore dell’organizzazione Akahige Jyuku


Il nome dell’organizzazione, Akahige, viene dal famoso film Akahige, prodotto dal regista Akira Kurosawa. Ho anche visitato la casa di colui che e stato uno dei piu’ famosi registi del mondo, con l’occasione di una terapia Hado, quando era ancora in vita. Questo accadeva 15 anni fa. Beninteso che io sono uno suo grande fan. Devo riconoscere che il mio film preferito e’ “I sette samurai”, ma anche Akahige si trova, sulla mia lista di film preferiti.


Esiste una scena in questo film, nella quale il dott. Akahige dice: “L’origine della malattia e la poverta’e l’ignoranza”. Io sono perfettamente d’accordo con questa idea e dal momento in cui ho iniziato a pensare in questo modo, ho rinunciato alle mia attivita’di medicina alternativa e mi sono focalizzato di piu’ su di un’educazione che apra le menti degli uomini. Da allora viaggio per il mondo, seguendo questa via.


Sappiamo tutti che la guarigione dell’anima e molto importante. Io desidero vedere quanti
piu’dottori Akahige che diffondano i loro insegnamenti in tutto il mondo.


* Martedi, Nov 9, 2004 Seminario sui Diritti Umani

Ho un altro seminario a Kyoto oggi. E’stato organizzato da un’associazione di Kyoto di Business in Costruzioni nella quale la Compagnia di Costruzioni Noguchi era uno dei maggiori partecipanti. Ho conosciuto il signor Noguchi fin da quando era un bambino perche’suo padre ed io abbiamo Sadako Ogiwara come amico comune. Sono stato invitato a parlare a questo evento sui diritti umani grazie a questo legame.



Sadako Ogiwara a sinistra e il presidente Noguchi a destra!


Conosco ora la signora Ogiwara da oltre dieci anni. E’come la mia sorella maggiore di Kyoto. E’ un’insegnante di composizione Giapponese di fiori e mi ha sostenuto da quando ho iniziato la mia ricerca. E’venuta a tutti i miei eventi maggiori, sia in Tokyo, Kansai o Fukuoka. Siamo dei buoni amici e quindi con lei posso scherzare e rilassarmi. E’ anche come un barometro che mostra se mi sto muovendo nella giusta direzione.


Questo seminario sui diritti umani si tiene da oltre dieci anni. I lavori seguono la Dichiarazione Universale sui Diritti Umani prodotta dalle Nazioni Unite 50 anni fa. Viaggiando ho realizzato che ci sono molti gruppi che si occupano di diritti umani nelle zone rurali del Giappone. Mi chiedo se ci siano ancora problemi importanti con il pregiudizio contro la gente di Burako in queste aree.


Che sia vero che sta crescendo il numero di problemi nel mondo e la violenza che deriva dalle questioni legate ai diritti umani o etnici, o alle differenze religiose. Credo che un messaggio come quello espresso nel mio libro Messaggi dall’Acqua sia un grande strumento per rilevare queste tensioni. Spero che questo libro arrivera’nel mondo della scuola come un materiale educativo.


Dopo il seminario, il signor Noguchi Jr ci ha portati in un locale giapponese da TakaseRiver. Questo Caffe e’stato reso famoso da una novella scritta da Ougai Mori. Molta gente giapponese ama la cucina di Kyoto, ed io sono decisamente uno di loro. Il cibo e leggero nel gusto ma molto elegante, sono cresciuto apprezzandolo alla mia eta’. Sento sempre che il cibo in Kyoto e l’origine di tutte le correnti di cibo giapponese. Il Caffe ha servito delle pietanze deliziose e non care. Raccomanderei questo posto a tutti quelli che visitano la vecchia citta’ di Kyoto.


Un esempio di cucina giapponese di Kyoto


* Giovede, Nov 4, 2004 seminario a Kyoto, Tendaishu

Oggi ho sostenuto un seminario allo studio educazionale Tendaishu Sakamoto, noto
come uno dei pionieri del buddismo nel nostro paese. Soutetsu Matsumura, con il
quale sono amico da 30 anni e che vive nel tempio Shoutoku di Nagoya (la quale foto
la potete vedere sotto) mi ha offerto l’occasione di parlare ad un evento ben noto e
molto importante.



Due mesi fa sono stato invitato a sostenere un altro seminario, alla scuola Tendaishu
in Okayama, momento in cui ho parlato davanti a circa 2000 persone, ma la maggior
parte erano dei parrocchiani e non ho sentito una grande emozione. Questa volta pero
erano in circa 70 persone e nella presenza di queste persone molto importante per
questa organizzazione, sono stato molto emozionato.



Ma il seminario con il tema “Amare se stesso” e stato accolto molto bene ed era in
perfetto accordo con il tema proposta da Tendaishu in questo anno: “Incontra Budda
in te stesso”, soggetto simile a quello che avevo presentato nel 3° volume del libro
“Messaggio dell’Acqua”.


In questo libro ho raccontato anche l’esperimento nel quale ho mostrato all’acqua,
individualmente, i nomi delle cinque grandi religioni del mondo (foto 1-5). Dopo aver
mostrato questi cinque nomi, l’acqua ha cristallizzato molto bello. Mi sono chiesto,
allora, perche queste religioni hanno dei problemi nel capirsi su questa terra. Ed in
quel momento ho avuto l’idea di mostrare all’acqua, simultaneamente, tutti i nomi di
queste religioni, cosi come si puo notare nella foto n° 6. Il risultato e il cristallo
presente nella foto n° 7.


foto n° 1. Il cristallo dell’acqua al quale e stata mostrata la parola Crestianesimo


foto n° 2. Il cristallo dell’acqua al quale e stata mostrata la parola Buddismo


foto n° 3. Il cristallo dell’acqua al quale e stata mostrata la parola Giudaismo


foto n° 4. Il cristallo dell’acqua al quale e stata mostrata la parola Induismo


foto n° 5. Il cristallo dell’acqua al quale e stata mostrata la parola Islamismo


foto n° 6. Ho mostrato all’acqua i nomi delle cinque religioni


foto n° 7. Il cristallo dell’acqua al quale sono state mostrate i nomi delle cinque religioni

Osservate l’immagine di un volto nella parte superiore del cristallo? La mia interpretazione e che Dio esiste in te (ed anche in me), in ognuno di noi. Cosa pensate?


* Lunedi, Nov 1, 2004 Ai tutti amici del mondo!

Ai tutti amici del mondo, Konnichiwa! Sono Masaru Emoto, l'autore della serie di libri “Il
messaggio dell'Acqua”. Incominciando da oggi, la mia pagina web si trasformera in un sito
tradotto in 9 lingue che saranno: giapponese, inglese, olandese, francese, italiano, spagnolo, russo, ungarese e romeno. Questa azione e diventata possibile grazie al gruppo di Yoga appartenente alla scuola M.I.S.A., con il quale ho stabilito una forte relazione durante il mio viaggio in Romania, nel mese di ottobre. Quando ho scoperto che in questo gruppo esistono delle persone che parlano diverse lingue, ho deciso di condividere con loro il mio vecchio desiderio di far diventare la mia pagina web piu accessibile, cioe essere pubblicata in piu lingue. Quindi, essi hanno offerto il loro aiuto senza alcuna esitazione e questa e proprio la prima delle mie presentazioni che saranno tradotte in tante lingue straniere.

Il sito sara concepito in Giappone e il testo sara mandato in Romania per essere tradotto, dopo di che tornera per poter essere incluso nella pagina web, e quindi saranno necessarie due o tre giorni fin all'attualizzazione in altre lingue. Pero, spero di riuscir mandarvi novita e racconti che offrirano buonumore cosicche il numero delle persone che visiteranno il sito aumentera sempre e tutti potranno gioire di queste informazioni.


Il principale scopo di questa pagina web e quello di diffondere un messaggio di pace universale tramite ogni cittadino del mondo. Quindi, se esiste una persona o una
organizzazione che ha una pagina realizzata nello stesso scopo, mi piacerebbe di creare un link riguardo alle loro azioni anche nella mia pagina. In futuro vorrei trasformare questa
pagina web in una sito multifunzionale. Intanto, cominciamo con la traduzione del mio diario in tutte queste lingue.


Il messaggio di oggi


3 fotografie - “Prego per la pace dell'intero mondo!"


Sono ritornato in Giappone dal viaggio negli Stati Uniti ed Europa realizzato per partecipare ai diversi seminari. La familia della mia figlia e arrivata dall'Olanda per poco tempo e quindi sono riuscito a vedere il mio nipote per la prima volta in questi tre mesi. L'ho insegnato la preghiera per la pace nel mondo. E' stato sufficiente dirla per una sola volta e lui e riuscito a ripetterla senza errore, con tutto il suo cuore e con tanta emozione. Forse ha un talento speciale in questo senso!?

inizio pagina

prima pagina


::::::::::Copyright(c)2003 Masaru Emoto All Rights Reserved::::::::::